Come ci vedono gli altri? Impara a fare a meno del giudizio altrui.


picmonkey-sample3

L’uomo è un animale sociale, ovvero tende per sua natura ad aggregarsi con altri individui e a costituirsi in società.

Il giudizio altrui è fondamentale per gli esseri umani. Lo è perché la sfera della socialità costituisce l’habitat in cui l’uomo si muove e dal quale trae soddisfazione e autostima. Ma soprattutto il confronto con gli altri contribuisce a creare l’immagine che abbiamo di noi stessi. Se il feedback che riceviamo sarà positivo, l’immagine che ci ritornerà sarà piacevole, altrimenti inizieremo a pensare che qualcosa in noi non va.

E’ quello che succede anche a te, vero? Sei lì a chiederti cosa gli altri pensano di te, come ti vedono, se l’idea che hanno di te corrisponde a ciò che tu realmente sei? Questo articolo ti aiuterà a comprendere che spesso l’ostacolo principale alla nostra serenità è costituito proprio da noi stessi!

picmonkey-sample

Come si forma l’immagine di sé?

L’immagine che ognuno di noi ha di se stesso è costituita dall’insieme di elementi a cui una persona fa riferimento per descriversi e riguarda tutte le conoscenze sul sé: le caratteristiche della personalità, i valori, le descrizioni fisiche…

Potremmo pensare all’immagine di noi come ad un mosaico: ogni caratteristica oggettiva, ogni passione, ogni esperienza, convergono in forma di tessere che vanno a costruire un disegno, la nostra immagine appunto.

Per sapere chi siamo dobbiamo riconoscere quello che sentiamo: espressioni, atteggiamenti, gestualità, pensieri, convinzioni. Nella nostra società, incentrata sull’immagine, la maggior parte delle persone si sente minacciata quando il ruolo e l’immagine che hanno fatto propria è messa in discussione dagli altri.

picmonkey-sample4

Quanto influisce il giudizio degli altri?

Il giudizio degli altri è come una lente attraverso la quale guardiamo noi stessi. Le critiche influiscono pesantemente sulla nostra autostima, modellando le nostre convinzioni. Giudizi come: sei grasso, sei bassa, sei snob, sei un perdente, andranno ad imprimersi nella nostra mente, fino a convincerci che si tratta della verità, fino a condizionare e determinare ciò che pensiamo di noi stessi. Ma a volte non sono i giudizi diretti a condizionarci, bensì ciò che noi riteniamo che gli altri pensino di noi. Su quali basi? Te lo sei mai chiesto? Hai prove concrete di ciò che gli altri pensano di te? La maggior parte delle volte si tratta solo di supposizioni, di convinzioni che si sono radicate dentro di te con tempo.

Ma è davvero così?

paura-del-giudizio

Come ci vedono gli altri?

Ognuno di noi è oggetto dei giudizi altrui, questo è quasi ovvio. Ma siamo proprio certi che gli altri ci vedano come noi crediamo?

E se ti dicessi che la maggior parte delle volte il problema non sono gli altri ma sei tu?

Ti stupirebbe sapere che il più severo giudice di te stesso, sei quasi sempre tu! Questo perché tendi a proiettare all’esterno i timori, le paure, le debolezze che percepisci interiormente. Finisci così per attribuire agli altri i tuoi pensieri, e a interpretare ogni piccolo segnale esterno come una conferma delle tue convinzioni. Si va a creare così un circolo vizioso. Attribuiamo agli altri i nostri giudizi, interpretiamo ogni segnale esterno come una conferma, debilitiamo la nostra autostima, agiamo facendoci condizionare dai presunti giudizi negativi. Ma ecco che voglio farti un esempio pratico:

  1. Attribuiamo agli altri i nostri giudizi. Hai un modo di vestire moderno, giovanile, nonostante tu abbia superato i cinquant’anni. Ti chiedi se il tuo abbigliamento non sia fuori luogo rapportato all’età.
  2. Interpretiamo ogni segnale esterno come una conferma. Una collega vedendoti esclama: Ma che bel vestito, sembri una ragazzina! La tua mente ignora il complimento e gli attribuisce un significato personale: Avrà voluto sicuramente insinuare che non si tratta di un vestito adatto alla mia età.
  3. Debilitiamo la nostra autostima: Non sono più giovane, tutti mi troveranno ridicola vestita così.
  4. Agiamo facendoci condizionare dai presunti giudizi negativi. Stravolgi il tuo guardaroba, indossando capi più classici, che ritieni possano risultare più adatti all’età.

Ma sei certa che questo modo di vestire ti appartenga? Ti senti davvero te stessa in questi abiti? I giudizi degli altri erano realmente negativi o nascevano dalle tue insicurezze?

 

schema

Ovviamente ci sono anche i casi in cui i giudizi altrui sono concreti. Sì, perché purtroppo esistono persone che danno giudizi soffermandosi sulle apparenze, senza conoscerti a fondo, senza sapere davvero chi sei. Ma chi è ad attribuire valore a queste opinioni? Ebbene sì, sei sempre tu! Di per sé, il modo in cui gli altri ti vedono non ha nessuna importanza.

Come impedire che il giudizio altrui ci influenzi?

La cosa fondamentale è comprendere che il giudizio altrui è qualcosa che non può condizionarci, a meno che non siamo proprio noi a dargli valore. Ecco le cose che non devi perdere di vista:

  1. Spessissimo sei tu ad attribuire agli altri giudizi che in realtà sono solo nella tua testa e nascono dalle tue insicurezze. La maggior parte delle persone è così concentrata sulla propria vita da non avere il tempo e la voglia di prestare attenzione agli altri.
  2. Non puoi piacere a tutti. Piacere a tutti è praticamente impossibile. Ci sarà sempre qualcuno che avrà qualcosa da ridire, che non approverà le tue scelte, il tuo modo di fare o di essere. Anche se tu fossi un Santo, e probabilmente non lo sei, troverebbero in te qualcosa che non va! Per cui smetti di provarci. L’unica persona a cui devi piacere è quella che vedi riflessa nello specchio ogni mattina.
  3. Cerca di essere chi desideri essere. Oltre ad essere l’unico modo per non avere dei rimpianti, questa è l’unica scelta che possa ripararti dal giudizio altrui. Sii te stesso sempre e fino in fondo, allontanati dalle aspettative e dal parere degli altri e vivi pensando solamente alle tue aspirazioni e ai tuoi desideri. La tua vita ti appartiene, nei sei l’unico padrone e la sola opinione che conta davvero è la tua, non dimenticarlo!

Come ci vedono gli altri?

La risposta è semplice: comunque ti vedano non ha importanza,

quello che conta è come ti vedi tu!

 

logomcpiccolo