Sei sicuro di sapere cosa ti rende felice?


La felicità è un concetto astratto eppure così tangibile da influenzare ogni aspetto della nostra vita. Tutti siamo alla ricerca di quella sensazione che possa finalmente farci sentire appagati, soddisfatti, positivi e gioiosi. Scommetto che anche tu stai inseguendo la felicità senza riuscire ad afferrarla, ma sei proprio certo di sapere cosa davvero ti rende felice?
Hai mai pensato che forse potresti aver sbagliato l’obiettivo della tua ricerca, e proprio per questo la felicità ti sfugge da troppo tempo?

apple-sad-image-e1458539158999-1024x543


Come capire cosa ti rende davvero felice

 

1. Eliminiamo i condizionamenti esterni.
La prima cosa da fare è sicuramente evitare che gli obiettivi degli altri diventino anche i nostri. Ad un osservatore esterno l’erba del vicino sembrerà sempre più verde ma la verità è che noi non sappiamo proprio nulla sul nostro vicino. E sebbene il suo giardino possa apparire migliore del nostro, magari mentre noi sprechiamo il nostro tempo ad invidiarlo il suo frigo è vuoto e il suo letto ha le doghe rotte. Questo per dirti che di tanto in tanto è necessario fare una bella pulizia nella tua vita, eliminando tutti quei desideri che non ti appartengono realmente ma che ti sono stati instillati dall’esterno. La famiglia è in genere il primo generatore di aspettative che io definisco tossiche. Aspettative che finiscono per condizionarci e per spingerci a raggiungere obiettivi che alla fine non ci soddisfano davvero, non ci appartengono, non ci rendono davvero felici.

2. Rispolveriamo i sogni che ci fanno brillare gli occhi.
Molto spesso quelle cose che un tempo ci rendevano felici con il passare degli anni vengono accantonate per lasciare spazio agli impegni, alle necessità, alle responsabilità. Riapri in cassetto, rispolvera quei vecchi e sgualciti desideri e rimettili insieme come puoi. Magari non sono più realizzabili nei termini in cui un tempo li avevi concepiti ma annientarli completamente significherebbe annientare una parte di te. Allora prenditene cura, dedicagli una parte del tuo tempo, trasformali in una passione da coltivare.

3. Concentriamoci sulle cose semplici.
Sicuramente nel corso di una giornata ci saranno molte cose in grado di regalarti attimi di felicità: un cielo particolarmente azzurro dopo tanti giorni di pioggia, la tua squadra del cuore che vince il derby, la telefonata di tua madre che ti chiede come stai, quell’amica che ti manda un regalo inaspettato, il sorriso sdentato di tuo figlio, un fine settimana lungo, i complimenti di un collega e così via. Si tratta di momenti, di cose piccole ma preziose sulle quali dovresti soffermarti di più per comprendere il vero significato della felicità.

felicita1


Forse queste cose non ti sembreranno poi così speciali, ma sai cosa si dice? Che la felicità si comprende pienamente solo dopo averla persa, mai nell’attimo in cui si vive. Questo perché la felicità, quella duratura, non è fatta di cose eclatanti, ma di un insieme di tanti piccoli momenti.

picmonkey-sample

A tal proposito mi viene in mente una frase di Kurt Vonnegut, tratta da un discorso che lo scrittore americano tenne davanti ad una platea di giovani laureandi:

Ma tornando a mio zio Alex, che ormai è in paradiso. Una delle cose che trovava deplorevole negli esseri umani era che si rendevano conto troppo raramente della loro stessa felicità. Lui invece faceva del suo meglio per riconoscere apertamente i momenti di benessere. Capitava che d’estate ce ne stessimo seduti all’ombra di un melo a bere limonata, e zio Alex interrompeva la conversazione per dire: «Cosa c’è di più bello di questo?».
Spero che voi farete lo stesso per il resto della vostra vita. Quando le cose vanno bene e tutto fila liscio, fermatevi un attimo, per favore, e dite a voce alta:«Cosa c’è di più bello di questo?»

felicita_h_partb

Ecco come capire cosa vi rende davvero felici: quando siete felici, fateci caso.

 

logomcpiccolo