Consigli utili per affrontare con serenità il tempo che passa.


Mature woman sitting on sofa, looking away in thought

Ogni inizio anno porta inevitabilmente con sé l’obbligo di fare i conti con il tempo che passa. Se questo è valido ad ogni età, lo è in maniera diversa e decisiva per chi non è o non si sente più giovane. Il passare del tempo, infatti, spaventa molti di noi, ma vediamo, entrando nel particolare, cosa davvero fa paura.

1. Insoddisfazioni. Anno dopo anno, il tempo a disposizione per mettere in atto i nostri desideri si riduce. E’ un dato di fatto che può indurre ansie e paure. Fare i conti con i rimpianti e il non-realizzato può generare frustrazione e infelicità.
2. Cambiamenti fisici. La seconda fonte di frustrazione giunge dal confronto con lo specchio. Il tempo passa e, come è normale che sia, lascia delle tracce ben visibili sul nostro corpo. Rughe, capelli bianchi, tessuti che perdono elasticità. Per molte persone accettare questi stravolgimenti fisici non è per nulla semplice.
3. Mancanze. Infine col passare del tempo ci si rende spesso conto di alcuni vuoti rimasti nella nostra vita. Figli che diventano grandi, persone che negli anni si sono allontanate, relazioni non pienamente soddisfacenti.

Di fronte al tempo che passa bisognerà decidere che approccio assumere, come reagire. Se subire passivamente, con apatia e rassegnazione, oppure prendere consapevolezza e trasformare il normale senso di smarrimento dato dai cambiamenti in energia positiva. Si può spegnersi lentamente o rialzarsi e splendere, attingendo alle risorse preziose che l’età mette a disposizione.

Ma qual è il piano d’azione?

 

Vine-Vera-Why-We-Love-Smile-Lines-1000x445

Ecco quattro preziosi consigli che Murena Coaching mette a disposizione per te!

1. Prendersi cura di sé. Una regola d’oro valida ad ogni età, ma ancora più importante quando non si è più giovanissimi. Molte donne e molti uomini, infatti, tendono a lasciarsi andare con il passare del tempo. Niente di più sbagliato! Un’alimentazione sana, lunghe camminate, e la cura per la propria immagine, oltre a farti sentire meglio fisicamente, alzeranno notevolmente il livello del tuo umore.
2. Fare cose nuove. Non fossilizzarsi è un altro importantissimo suggerimento da tenere presente. Non è mai troppo tardi per lanciarsi in nuove esperienze, per imparare e arricchire il proprio bagaglio di nuove nozioni. Ti dirò di più, un cervello allenato e stimolato non invecchia mai! E allora leggi, vai al cinema, approfondisci gli argomenti che ti appassionano, viaggia, frequenta circoli e gruppi. In una parola: vivi.
3. Evitare lo stress. Se c’è una cosa che favorisce l’invecchiamento quella è lo stress. Il rapportarsi con persone pesanti e negative, l’assumersi un eccessivo carico di impegni, sono tutte cose che di certo non aiutano a garantire un aspetto rilassato. E allora impara a dire no. Uno dei vantaggi di non avere più vent’anni sta proprio nella consapevolezza che non bisogna per forza piacere e compiacere tutti. E allora allontanati da chi esercita su di te un’influenza negativa, rifiuta un impegno che reputi troppo stressante, pretendi i tuoi spazi e i tuoi momenti.
4. Godere delle tue consapevolezze. La maturità toglie qualcosa, ma dà anche tantissimo. Cosa? Ti chiederai. Consapevolezze, esperienze, sicurezze. La vita ti ha impartito già molte lezioni, godi di tutto quello che hai imparato. Metti in luce i tuoi punti di forza. Non è più il tempo di sforzarsi per essere diversi da ciò che si è. Conoscersi a fondo e sapere dove si è diretti non è poco! E allora amati, apprezzati, valorizzati e difendi il tuo essere.

La luce che sprigionerà dalla tua anima è migliore di qualunque antirughe in commercio!

logomcpiccolo