Come continuare a vivere dopo la fine di un amore


Corazon-roto-sobrevivir-a-una-tusa

Un amore che finisce porta con sé sentimenti negativi, amarezza, sensazione di fallimento e voglia di non provare più la stessa sofferenza. Il mondo all’improvviso appare il più inospitale dei luoghi, il cibo non ha più lo stesso sapore, le notti non passano mai e ogni canzone ci ricorda ciò che abbiamo perso. Eppure, anche quando sembra impossibile, il dolore e la delusione passano per lasciare posto alla vita. La vita che non si ferma, la vita che continua a fluire, a riprova che per ogni fine c’è un nuovo inizio. Se in questo momento quelle appena lette ti sembrano solo parole vuote, hai bisogno dei nostri cinque consigli.


Cinque passi per sopravvivere alla fine di un amore:

1. Prendersi tempo per elaborare. In questo momento sentire frasi fatte come ‘passerà’ ‘ chiusa una porta si apre un portone’ ‘ci siamo passati tutti’ ‘doveva andare così’ sicuramente non ti farà stare meglio. Il dolore e la delusione vanno vissuti fino in fondo, senza vergogna. La rabbia, le lacrime, lo sconforto, sono il primo passo per l’elaborazione di una perdita. Al contrario, fingere che non sia successo niente, non ti aiuterebbe, anzi. Bisogna accettare le emozioni negative e avere il coraggio di guardarle in faccia.

2. Non ricordare solo le cose positive. Uno degli errori più comuni, al termine di una storia d’amore, è quello di ricordare solo gli aspetti positivi della relazione. Improvvisamente le litigate, i dissidi, gli scontri, le rinunce, svaniscono nel nulla, come se non fossero mai esistite. Non accantonare i ricordi belli ma, allo stesso tempo, non perdere mai di vista le cose che non funzionavano. Ti aiuteranno a crescere e a non commettere gli stessi errori in futuro.

3. Recidere ogni contatto con l’ex. Il modo più veloce per dimenticare è prendere le distanze. Non cedere alla tentazione di sapere cosa fa adesso il tuo ex partner, con chi esce, come trascorre il tempo libero. Se, e dico se, ci sarà la possibilità di stabilire con lui/lei un rapporto di amicizia, questo sarà accettabile solo in futuro. Non quando la ferita è aperta, non quando la cicatrice brucia. Cancella il suo numero, dimentica il suo indirizzo e acquisisci nuove abitudini.

4. Ripristinare il proprio io. La fine di una relazione è sempre uno tsunami interiore. Una scossa che destruttura il nostro essere, facendoci piombare nel buio più assoluto. Improvvisamente non sappiamo più cosa ci piace, cosa desideriamo dal futuro, chi vogliamo essere. Allora fermati, respira, e concentrati su ciò che eri prima di conoscere la persona che ti ha spezzato il cuore. Riparti da lì, attingendo alle nuove consapevolezze, e buttati sulle cose che ti piace fare. Rinnova il tuo abbigliamento, compra dei libri, vai al cinema o ad una mostra, prenota una vacanza con un’amico/a o un massaggio relax, iscriviti ad un corso di cucina o approfondisci le tue competenze professionali. Riscopri te stesso, quello che ami, quello che ti fa stare bene come persona.

5. Coltivare la speranza. Stare da soli non è per niente male, riconquistare i propri spazi, riscoprire le proprie passioni, abbandonarti a ritmi e tempi solo tuoi. Allo stesso tempo è altrettanto importante non perdere mai la speranza di una vita a due, di un amore che possa sorprendere, aprire di nuovo il tuo cuore. Ciò che arriverà potrebbe essere migliore di quello che ti sei lasciato alle spalle, abbi fiducia in te e nella vita e un bel giorno il destino potrebbe sorprenderti.

cerotto_cuore_iStock_000009487140

Potrebbe interessarti anche:
Come trovare l’amore nel nuovo anno

logomcpiccolo